Giovanni “Jack” Giacomino

Giovanni, detto Jack, è un Giovane Ambasciatore Europeo di 22 anni originario del Piemonte Occidentale. Studia Scienze Internazionali dello Sviluppo e della Cooperazione all'Università di Torino e si sta specializzando nell'area che riguarda proprio lo sviluppo urbano. Da sempre impegnato nel campo sociale, scopre il fantastico mondo Erasmus + quando diviene presidente della Consulta Giovanile del suo paese, Alpignano, e viene incaricato dall'amministrazione locale di accogliere i ragazzi giunti in città per queste attività.

Affascinato da queste attività, aspetta di finire il Servizio Civile Nazionale all'Informagiovani di Alpignano per partecipare alla sua prima, e per ora unica, esperienza Erasmus +, un KA2 in Ucraina tra l'Oblast di Poltava e la capitale Kyiv. L'esperienza lo ispira tantissimo e tornato a casa vuole cominciare a convincere i suoi amici a partire per esperienze simile. Per questo sposa subito la causa di Europiamo e sceglie di entrare fin dall'inizio in questo team di ragazzi a cui può ancora dare molto.

Jack si concentra molto nell'area locale cercando di promuovere progetti di cooperazione e coordinamento nella Zona Ovest della Provincia di Torino. Fondatore di una delle prime Consulte Giovanili nel territorio, cerca di aiutare altri giovani a far nascere enti comunali di consultazione giovanile che, connessi alle opportunità europee, possano aumentare la partecipazione giovanile e portare i giovani all'interno dei sistemi decisionali sia a livello comunale che a livello provinciale e regionale.

Entra in Europiamo per dare e imparare nuove cose sull'Europa, sulla progettazione e sul mondo degli Youth Workers. Fa parte del Team Comunicazione anche se non si tira mai indietro per aiutare gli altri Team di Europiamo.

Per concludere abbiamo raccolto un po' di frasi celebri su di lui:
"Saluta sempre" cit. Il vicino simpatico
"Sei l'ometto più bello del mondo" cit. sua Nonna per i suoi 21 anni
"Він здавався дуже приємним, але я нічого не розумів, коли він говорив" cit. Contadino ucraino
"Un bravo studente ma non si applica" il Bidello della scuola